Assolto il consigliere comunale Francesco Caruso dal reato di abuso d’ufficio

Il legale Franz Caruso: “Vivo apprezzamento per la sentenza del Tribunale di Vibo Valentia”

Francesco Caruso assolto. Franz Caruso: “Esprimo vivo apprezzamento per la sentenza di assoluzione emessa dal Gup del Tribunale di Vibo Valentia”
“Esprimo vivo apprezzamento per la sentenza di assoluzione emessa dal Gup del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti dell’ing. Francesco Caruso, consigliere comunale del gruppo consiliare di minoranza Per Cosenza Sempre, accusato del reato di abuso d’ufficio”. E’ quanto afferma il sindaco, Franz Caruso, anche nella sua qualità di difensore dell’ing. Francesco Caruso per il quale la dott.ssa Barbara Borrelli ha emesso una sentenza di non luogo a procedere perché il fatto non costituisce reato.
“Ho sempre ritenuto Francesco Caruso, mio competitor diretto al ballottaggio per le amministrative del 2021, una persona di grande onestà e correttezza – prosegue Franz Caruso – L’assoluzione emessa con la recente sentenza, pertanto, è per quanto mi riguarda una conferma della stima che nutro nei confronti dell’uomo e del professionista. Anche nello scontro e nella contrapposizione sui punti ed i contenuti della campagna elettorale ha prevalso l’indole comune autenticamente garantista ed il rispetto della persona. La stessa cosa è stata per Francesco Caruso che non ha esitato, anche in continuità di un caro affetto familiare, a concedermi la sua piena e totale fiducia, nella mia veste di avvocato penalista, affidandomi la sua difesa. Lo ringrazio per questo perché non era e non è scontato. Il risultato ottenuto di assoluzione piena mi riempie di gioia. A lui ed alla sua famiglia esprimo le mie più vive congratulazioni”.
Radioso e finalmente appagato per il riconoscimento della linearità e della correttezza dell’azione portata avanti, l’ing. Francesco Caruso ha tenuto ad affermare: “Ho sofferto per l’accusa che mi era stata mossa e che ho subito rigettato, convinto della mia assoluta estraneità alla vicenda processuale che mi veniva contestata per avere operato nel pieno rispetto e nell’assoluta liceità del mio ruolo all’interno di Anas. Senza alcun tentennamento, pertanto, mi sono affidato all’avv. Franz Caruso, a cui riconosco, al di là della diversità politica, le straordinarie capacità professionali del penalista colto e preparato nonché la profonda sensibilità dell’uomo. Accanto all’avv. Franz Caruso, pertanto, e con profondo rispetto e fiducia nella giustizia ho atteso il giudizio del Gup che oggi apprendo con estrema soddisfazione e gioia”.
“Non nascondo di aver avvertito forte, in questi anni, il peso dell’indagine in cui sono stato coinvolto, rispetto alla quale mi sono sempre dichiarato estraneo per come oggi è stato ampiamente dimostrato- conclude Francesco Caruso – La mia vita, professionale e politica, è sempre stata improntata, infatti, all’onestà ed alla osservanza delle regole a cui non ho mai derogato, né mai lo farò. Questa consapevolezza mi ha aiutato nel percorso processuale che pure ha compromesso la mia serenità e quella della mia famiglia. Oggi, però, ritorniamo a sorridere perché giustizia è stata fatta”.