《Espulso un giorno prima di diventare segretario cittadino della Lega a Cosenza》

Emilio Greco sfoga la sua rabbia dopo il provvedimento del partito

《Ho ricevuto poc’anzi il provvedimento di espulsione (che allego) dalla Lega Salvini. Il motivo è da ricercare in alcuni post, di carattere squisitamente politico, scritti prima delle ultime elezioni》.
Così, in una nota, Emilio Greco. 《l provvedimento arriva 24 ore prima dello svolgimento del congresso cittadino del partito in cui ero l’unico candidato, sostenuto apertamente dagli iscritti. È persino ultroneo sottolineare che questa decisione va a stroncare un normale dibattito democratico e sì fonda su ragioni incomprensibili. Se davvero il mio comportamento fosse stato riprovevole e contrario alle “buone norme” della Lega sì sarebbe dovuto agire tempestivamente, peraltro assegnando al sottoscritto quegli elementari diritti di difesa e dì controdeduzione previsti pure nell’ordinamento nordcoreano. Ritengo che questa espulsione, che non scalfisce i miei ideali, sia anche un chiaro messaggio politico nei confronti dì chi sosteneva la mia candidatura e sia lo specchio di una visione delle cose illiberale e anti democratica. Evidentemente nella Lega cosentina e calabrese non si vuole dare corso al cambiamento》.