In carcere il “picchiatore” di Diamante

Si è consegnato ai carabinieri la sera stessa, ora è in stato di fermo

I militari della Compagnia Carabinieri di Scalea hanno dato esecuzione ad un fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica di Paola, nei confronti di F.D., 42enne di Praia a Mare, gravemente indiziato del reato di “tentato omicidio aggravato per aver agito per motivi abietti o futili”. Il provvedimento è frutto di un’attività d’indagine sviluppata dalla Stazione Carabinieri di Diamante e coordinata dalla Procura della Repubblica di Paola, dopo che lo scorso 31 ottobre a Cirella, frazione di Diamante, nei pressi di un noto ristorante del posto, si è scatenato un inferno trasformando Diamante nel bronx. Secondo una provvisoria ricostruzione, dopo aver pranzato con i propri familiari, un 45enne di Belvedere Marittimo, sarebbe stato aggredito, per futili motivi relativi ad un parcheggio, davanti a diversi presenti. Nel corso della lite, l’aggressore, salito a bordo della propria autovettura, avrebbe anche investito volontariamente la vittima trascinandola per diversi metri, per poi darsi a repentina fuga abbandonando il luogo dell’evento. La vittima, trasportato dai sanitari del 118 presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Annunziata” di Cosenza, è ancora ricoverato in prognosi riservata, in coma farmacologico e versa in pericolo di vita. Al termine delle formalità di rito, il presunto responsabile è stato tradotto presso la casa circondariale di Paola in attesa della eventuale convalida del fermo da parte del Giudice per le indagini preliminari che dovrà verificare la fondatezza delle accuse mosse dalla Procura della Repubblica di Paola.