Ospedale di Cetraro, “costretti ad azione legale e all’occupazione delle sale operatorie”

Il consigliere regionale Aieta mette "in mora" l'Asp di Cosenza: chiediamo tempi certi per risolvere i problemi

Dopo vari sopralluoghi presso l’Ospedale di Cetraro; dopo aver verificato che i lavori della semi intensiva procedono ma a passo di lumaca; dopo aver approfondito le ragioni della pazzesca chiusura delle sale operatorie che nulla hanno a che spartire con la sospensione delle attività del Punto Nascita; dopo aver ascoltato il drammatico appello di due nostri illustri medici che lavorano in strutture sanitarie fuori dalla Calabria; dopo aver consultato il sindaco, le oo. ss., il comitato Nino De Caro e le forze politiche, attenderò domani, lunedì 23 agosto, per conoscere le decisioni dell’Asp di Cosenza. Se non arriveranno tempi certi per la soluzione dei problemi sopra richiamati, avvieremo un’azione legale e al tempo stesso “occuperemo pacificamente” le Sale Operatorie fino a quando non saranno fugati gli ormai giganteschi sospetti sulle ragioni di tale pazzesca chiusura. Ovviamente dell’occupazione delle Sale Operatorie mi assumerò la responsabilità in prima persona e in totale autonomia.