Comunali, Boccia: “Sarò a Cosenza da lunedì fino al 4 settembre”

La riunione dei segretari di circolo del PD è convocata in seduta permanente fino alla data di presentazione delle liste

La riunione dei segretari di circolo del PD della città di Cosenza è convocata in seduta permanente fino alla data di presentazione delle liste per il rinnovo del consiglio comunale.
A proporre questa modalità di riunione per organizzare la fase decisiva della preparazione della campagna elettorale, a sostegno di Franz Caruso, è stato personalmente l’on Francesco Boccia.
Boccia, dunque, ha deciso di esercitare sul campo di battaglia la sua duplice funzione: quella di commissario provinciale del PD cosentino ma soprattutto quella di responsabile nazionale degli enti locali.
Per metterci la faccia è stato indotto,prima di tutto, dal peso della responsabilità che avverte per la costruzione di una coalizione più ampia di quanto si esprime finora, nel sostegno da parte di tutti i partiti nazionali del centrosinistra (PD,Art.1,PSI, Azione,+Europa, il movimento che fa capo al sindaco di Parma, Pizzarotti).
La questione più spinosa,quella della alleanza con i 5stelle, probabilmente è stata già affrontata a Porto Cesario con il suo amico,capo del dicastero degli esteri,Gigi Di Maio,ma attende di essere definita a Cosenza attraverso una operazione di chirurgia politica con il responsabile pentastellato calabrese, Massimo Misiti, notoriamente sodale dell’ex premier Conte e da tempo in amicizia personale con lo stesso Boccia.
Non meno importante è però il riposizionamento del commissario del PD cosentino nel rapporto con Bianca Rende.
È notorio,ne abbiamo già dato notizia sul nostro giornale, che Bianca,figlia d’arte, insieme al suo papà on Pierino Rende si accredita a Cosenza della amicizia personale maturata negli anni, nella corrente lettiana, sia nei confronti di Francesco Boccia che dell’attuale segretario generale del PD.
In virtù della loro antica amicizia Bianca Rende è riuscita ad avere il supporto ufficioso alla tesi di utilizzare il primo turno elettorale come se fosse una sorte di primarie del centrosinistra.
Il lavoro che attende Boccia in questa prossima settimana è, pertanto, abbastanza tosto fino al punto che ha deciso di seguire personalmente ogni passaggio per la formazione della lista e per l’allargamento della alleanza elettorale dalla sede di corso Mazzini a Cosenza. Una promessa o una minaccia, oltretutto, che Boccia ha inteso fare a conclusione della riunione di ieri dei segretari del PD cittadino, annunciando il trasferimento e la sua permanenza stabile a Cosenza fino alla data del 4 settembre. Il segnale è inequivoco : “sappiatelo, per quanto mi riguarda intendo assumermi fino in fondo tutte le mie responsabilità.Forse non mi conoscete. Io vengo a Cosenza perché voglio vincere”.