Palazzo dei Bruzi, sui debiti fuori bilancio la minoranza insorge

"Seppure richiesta, mai ricevuta la documentazione relativa all'ordine del giorno. Si rinvii la discussione"

Si preannucia un consiglio comunale infuocato quello di domani a Palazzo de Bruzi. Tra i punti all’ordine del giorno c’è la discussione e l’approvazione dei debiti fuori bilancio. Argomento scivoloso, alla luce dei recenti pronunciamenti della Corte dei Conti, per l’amministrazione Occhiuto.
I quattro gruppi consiliari di minoranza Pd, Grande Cosenza, Uniti per la Città e Psi, hanno inviato una missiva al presidente del Consiglio, al sindaco, alla Corte dei Conti per denunciare il mancato ricevimento dei faldoni relativi alla pratica dei debiti fuori bilancio, seppure più volte richiesti, e al contempo per chiedere il rinvio del punto all’odg.

Ecco il testo

Al Presidente del Consiglio Comunale di Cosenza
Al Segretario generale
Al Sindaco di Cosenza
e p.c. Al Procuratore regionale della Corte dei conti

I sottoscritti Gruppi consiliari segnalano che, malgrado le reiterate richieste, non sono stati consegnati gli atti relativi i punti due e tre all’Ordine del giorno del Consiglio comunale convocato per il 27 giugno 2019. I consiglieri non sono stati messi nelle condizioni di leggere i faldoni, con i relativi pareri degli uffici competenti, relativi ai seguenti punti all’ordine del giorno:
– Riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio, ai sensi dell’art. 194 comma 1 lett. a) del decreto legislativo 18/08/2000 n. 267, derivanti da pagamenti effettuati dal Tesoriere Comunale nel corso dell’anno 2018, per azioni esecutive intraprese a seguito di sentenze notificate all’Ente;
– Riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’art. 194 comma 1 lett. a) del decreto legislativo 18/08/2000 n. 267, derivanti da sentenze esecutive.
È evidente che in questo modo si viola lo Statuto e il Regolamento del Consiglio comunale e gli articoli che ne garantiscono il funzionamento.
A nessuno di voi sfuggirà che l’approvazione dei suddetti punti comporta importanti responsabilità. È quindi diritto dei consiglieri comunali avere a disposizione in tempi utili gli atti ufficiali relativi ai deliberati inseriti all’Ordine del giorno per poter votare con consapevolezza e coscienza.
Tutto ciò premesso, i sottoscritti Gruppi consiliari chiedono il ritiro – con il conseguente rinvio – dei punti due e tre, in attesa di avere la relativa documentazione, più volte richiesta anche nel corso delle riunioni delle Commissioni consiliari competenti.

Cosenza, 26 giugno 2019
Gruppo consiliare Pd
Gruppo consiliare Grande Cosenza
Gruppo consiliare Uniti per la Città
Gruppo consiliare Psi