Altomonte, Giglio già con mezza fascia tricolore

Si consolida per strada il vantaggio dello sfidante di Coppola

Nelle contrade, tra i vicoli di Altomonte, non si “fiuta” altro ormai. Per certi aspetti, non si parla d’altro. Secondo la gran parte dei rumors sta per andare in scena il grande tramonto di Coppola, emblema della vecchia politica che con poche famiglie ha governato per anni il piccolo centro. A vantaggio, naturalmente, dello sfidante Giglio, astro nascente della nuova classe dirigente conterranea, a capo di un raggruppamento fatto di belle speranze. Che abbia o no una tessera ben nascosta nella giacca Coppola, più o meno Forza Italia per intenderci, dovrebbe aver intravisto il viale del tramonto della vecchia politica di Altomonte. Almeno a dar retta a chi ha la vista lunga tra le contrade. Coppola torna in campo dopo 2 grandi sconfitte. Una alle regionali del 2010 da sindaco, l’altra con il suo candidato a sindaco (Iannuzzi) nel 2014 contro Lateano. Viene dall’Udc, legato a Gianluca Gallo, ora cerca spazio in Forza Italia ma fatica e non poco a trovare “sponde”. Giglio, dal canto suo, è Imprenditore agricolo di successo, scelto da Belluscio nel 2009 nella sua lista (perdente proprio contro Coppola). 5 anni di minoranza e poi nel 2014 vincente con sindaco Giuseppe Lateano, di cui è rimasto un ottimo ricordo in paese. Prima assessore al Bilancio e poi vicesindaco oggi Giglio pare proprio essere a due passi dal grande salto, la fascia tricolore attorno al collo…