“A scuola di sicurezza”, l’iniziativa del Comune di Rende

 “È necessario diffondere la cultura della prevenzione sismica nelle scuole”: così l’assessora alla protezione civile di Rende Marina Pasqua in merito alla prossima iniziativa divulgativa “A scuola di sicurezza” che vedrà coinvolte le quinte classi delle scuole primarie e le prime classi delle scuole secondarie di primo grado cittadine il prossimo 14 e 20 marzo al Palacultura Giovanni Paolo II. “Il progetto -ha affermato l’avvocata- nasce dalla collaborazione con la sede di Rende dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, con l’intento di progettare percorsi educativi che facciano conoscere ad alunni e insegnanti i fenomeni sismici, le loro cause, le conseguenze e la riduzione del rischio”. “Da tempo il nostro comune -ha evidenziato il sindaco Marcello Manna- si spende per l’adeguamento strutturale delle scuole: se, spesso, non sono i terremoti a fare vittime, ma gli edifici, risulta necessario intervenire sia sul fronte dell’informazione che in quello della sicurezza in materia di edilizia scolastica”. “Favorire la circolazione di buone pratiche -ha poi detto l’avvocata-, è atto necessario alla diffusione della cultura sismica ed avvalersi di esperti qualificati nella divulgazione scientifica non potrà che favorire l’approfondimento di in tema che riguarda noi tutti da vicino”. “Siamo lieti di collaborare a questo progetto con il comune di Rende”, ha dichiarato Piero Del Gaudio, ricercatore INGV. “I fenomeni sismici, infatti, -ha proseguito il geologo- devono essere considerati emergenza primaria in Calabria: per questo riteniamo necessario, attraverso esperienze di gioco e percorsi laboratoriali, alfabetizzare anche i più piccoli su questi temi”. Il programma sarà presentato nel dettaglio durante la conferenza stampa che si terrà il prossimo 7 marzo alle 12,00 nella sala di rappresentanza del municipio. Agli incontri con le scuole parteciperà anche la psicologa e psicoterapeuta Maria Grazia Martire.