《Gestione delle primarie a Cosenza “irregolare”》

La denuncia del comitato "La Calabria per Zingaretti"

Abbiamo atteso molto tempo prima di assumere una decisione chiara ed inequivocabile.
La gestione delle primarie del 3 marzo in provincia di Cosenza è fuori d ogni norma, decenza politica e raffigurazione democratica.
Potremmo elencare innumerevoli casi di circoli e realtà territoriali dove sono state perpetrate scelte autocratiche e di inaudita arroganza.
Ci limitiamo a porre in evidenza solo il caso di Cosenza Città, dove in barba ad ogni minima norma che regolano tali operazioni vengono ridotti i seggi dove si voterà, da cinque a tre e viene stravolta la composizione dei seggi medesimi.
È evidente che non esiste la minima agibilità democratica anche perché siamo a giovedì sera e la commissione provinciale per il congresso (luogo deputato a individuare e scegliere la composizione dei seggi) non è stata ancora convocata.
Inoltre, più volte ho cercato di mettermi in contatto con il presidente della commissione ma non è stato possibile interloquire con lo stesso.
Basta logiche padronali del Partito .
A questo punto mio malgrado, considerato che si calpestano le norme e lo statuto del PD e del regolamento delle primarie, sono costretto a rivolgermi alla procura competente, affinchè si garantisca trasparenza, legalità e partecipazione.

Giuseppe Mazzuca Candidato alle Primarie Nazionali del PD