“La montagna ha partorito il topolino”

Francesca Occhiuzzi, esponente dei Liberal democratici di Cetraro e membro del Coordinamento provinciale di Cosenza dello stesso partito, definisce così l’esito dell’incontro tra il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, e il Pd

“La montagna ha partorito il topolino”. Non usa giri di parole, Francesca Occhiuzzi, esponente dei Liberal democratici di Cetraro e membro del Coordinamento provinciale di Cosenza dello stesso partito, per definire l’esito del recente incontro tra il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, e una delegazione del Pd, (composta dal segretario cittadino Gaetano Bencivinni, il vicesegretario Aldo Gravino, il dirigente Danilo Bellantone e il consigliere regionale Giuseppe Aieta). L’incontro si è svoltosi martedì sera, nella sede municipale, ed è stato convocato dallo stesso primo cittadino, dopo l’azzeramento della giunta comunale e a seguito di un mandato ampio ricevuto dall’intero gruppo di maggioranza, al fine di costruire un nuovo esecutivo, cercando un coinvolgimento più ampio dell’attuale, attraverso il confronto con le forze politiche riformiste, in primis il Pd. “Nel bel mezzo di una crisi di maggioranza – ha, pertanto, scritto Francesca Occhiuzzi – il sindaco che fa? Fa pace con il Pd (attualmente all’opposizione), monco comunque del capogruppo in consiglio comunale Cennamo e alla presenza, invece, del consigliere regionale Aieta. Pace fatta in vista di futuri accordi regionali a sostegno del presidente Oliverio”. “Bene – ha aggiunto l’esponente dei LIberal Democratici – i Liberal Democratici di Cetraro non ci stanno a farsi prendere in giro dai soliti noti, con finte dimissioni annunciate dal vicesindaco e dal presidente del consiglio comunale e mai protocollate, finte crisi per ridistribuire le cariche e false preoccupazioni. Il sindaco ha la maggioranza e lo sa bene. Se, dunque, la crisi non c’è, perché offendere l’intelligenza dei cittadini di Cetraro proponendo accordi futuri in vista della prossima tornata elettorale regionale che giovano solo a qualcuno? I cittadini hanno bisogno di essere amministrati in primis nell’ordinario e poi nello straordinario. E in questo hanno fatto cilecca. Totale”. Subito dopo, Francesca Occhiuzzi focalizza l’attenzione su quella che definisce “la situazione disastrosa che c’è nei servizi di prima necessità (acqua, nettezza urbana, pulizia delle strade cura e mantenimento del verde pubblico, viabilità)”. “Inutile ribadirla – ha, infatti, aggiunto – I fatti parlano da soli. Basta farsi un giro per il paese e nelle contrade, dove vivono la maggior parte dei cetraresi e sentire le loro istanze. I Liberal Democratici di Cetraro, pertanto, nel ribadire fortemente la richiesta di dimissioni del sindaco e della sua amministrazione per manifesta incapacità di governare, vigileranno sul loro operato qualora si andasse avanti, senza mai abbassare la guardia, pronti ad ascoltare le richieste e a sostenere le istanze e le necessità di tutti, affinché il politico sia al servizio della politica e mai il contrario”.

 

  1. R.