Amianto, i vertici dell’Annunziata proseguono nell’opera di bonifica dell’ospedale

La sostanza è stata riscontrata dai tecnici Arpacal durante le ispezioni, come da protocollo, in alcune zone dell'ospedale che ora i vertici del nosocomio stanno provvedendo a sanare

E’ stata pubblicata oggi la delibera di pagamento dell’azienda ospedaliera cosentina all’Arpacal per le attività di monitoraggio del nosocomio “a caccia” di amianto. Sostanza riscontrata dai tecnici Arpacal durante le ispezioni, come da protocollo, in alcune zone dell’ospedale  che ora i vertici del nosocomio stanno provvedendo a bonificare. Si legge infatti nella delibera n° 466/2017:
“PREMESSO – Che con delibera n° 340 del 26 novembre 2015, questa Azienda ha stipulato Convenzione conl’ARPACAL finalizzata all’attività di consulenza, controllo e di analisi al fine di individuare i materiali contenenti amianto (MCA) nei propri manufatti e attività di monitoraggio di tipo aerodisperso degli ambienti al cui interno è stata certificata la presenza di amianto; – Che sono stati notificati all’ U.O.C. Gestione Tecnico Patrimoniale con note della Direzione Generale dell’A.O. di Cosenza (protocollo n° 223 del 14.06.2016 e n° 342 del 17.06.2017), le relazioni tecniche inerenti la presenza di amianto in alcuni materiali rilevati presso lo Stabilimento Ospedaliero dell’ Annunziata; – Checon nota protocollo n. 12784 del 21.6.2017 la Direzione Scientifica Centro Geologia e Amianto dell’ARPACAL, ha trasmesso consuntivo di spesa per le prestazioni effettuate per un importo di €. 19.001,50 comprensivo di sconto convenzione e IVA; – Che successivamente l’ARPACAL ha trasmesso fattura elettronica n° FATTPA81_17 del 12.09.2017 per un importo di €. 15.575,00 + IVA al 22% (pari ad €. 3.426,50), per un totale di €. 19.001,50 e quindi uguale al consuntivo di spesa; – Che, pertanto, con il presente atto, considerato che sono stati effettuati i prelievi e le analisi previste, nonché i rapporti tecnici intermedi e finali custoditi presso questo Servizio, è necessario procedere al pagamento di €. 15.575,00 + IVA al 22% (pari ad €. 3.426,50), per un totale di €. 19.001,50 all’ ARPACAL; – Che la spes aomnicomprensiva di €. 19.001,50 scaturente dalla presente proposta deve essere registrata sul conto 502.2.116 che troverà copertura con le risorse straordinarie assegnate dalla Regione Calabria con DCA n. 105 del 18/7/2017; – Che i proponenti il presente atto non si trovano in alcuna delle situazioni di conflitto di interesse, anche potenziale, prevista dalla normativa vigente in materia; – Che il presente atto non è soggetto a controllo preventivo di legittimità ai sensi della L.R. n. 11 /2004”.
Gli accordi istituzionali per rendere sempre più sicuro l’ospedale cittadino proseguono.