Chiusura negozi nel centro storico di Catanzaro, nasce tavolo tecnico

Un tavolo tecnico permanente per individuare le soluzioni da adottare nel piu’ breve tempo possibile per rilanciare l’attrattivita’ del centro storico di Catanzaro e supportare il commercio a fronte della paventata chiusura di alcune attivita’.

E’ questo l’impegno condiviso dal sindaco Abramo che – affiancato dall’assessore alle attivita’ economiche, Alessio Sculco, dal dirigente del settore Antonino Ferraiolo, e dal presidente del Consiglio comunale Marco Polimeni – ha incontrato a Palazzo de Nobili i rappresentanti della Camera di Commercio e delle principali associazioni di categoria: Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cicas insieme ad alcuni componenti del comitato Catanzaro in rete. In occasione del confronto, il primo cittadino ha ribadito l’ampia programmazione messa in campo dall’amministrazione comunale per riqualificare il patrimonio edilizio del centro storico e potenziare i contenitori culturali che registrano, durante tutto l’anno, un calendario ricco di appuntamenti.

Ai progetti mirati al ripopolamento del centro storico e al sostegno alle imprese sociali e ai giovani, che saranno finanziati nell’ambito di Agenda Urbana, si affiancano, inoltre, alcune misure relative alla viabilita’ – con il dimezzamento dei ticket delle strisce blu a 50 centesimi l’ora e l’imminente avvio dei lavori per l’inversione del senso di marcia su Corso Mazzini – e al decoro urbano che potranno migliorare la vivibilita’ e l’accessibilita’ nel centro storico.

I rappresentanti delle associazioni, commentando con positivita’ i segnali di fermento culturale della citta’, hanno evidenziato la disponibilita’ ad affiancare l’amministrazione comunale nel programmare interventi che, parallelamente ai grandi progetti dai risultati a lungo termine, tra i quali quello della metropolitana leggera che ricucira’ le distanze tra i quartieri e il cuore della citta’, possano dare respiro nell’immediato alle attivita’ del centro storico.

   Le stesse associazioni hanno, quindi, assunto l’impegno di predisporre, in stretto collegamento con l’assessorato competente, una bozza di aggiornamento del Piano del commercio che possa regolamentare il settore in maniera piu’ rispondente alle condizioni attuali del mercato. Si partira’, inoltre, dal censimento degli immobili e delle attivita’ locali, gia’ predisposto dal settore attivita’ economiche del Comune, per analizzare i possibili canali di investimento dei privati e fronteggiare le criticita’ relative al caro fitti.

   “Insieme ai rappresentanti sindacali e di categoria – ha commentato il sindaco Abramo – abbiamo aperto un confronto che, sulla scorta di quanto gia’ portato avanti dall’amministrazione, auspico potra’ produrre risultati utili per porre un argine alle difficolta’ del centro storico. Nessuno ha la bacchetta magica, ne’ gli enti locali dispongono di risorse e competenze per risolvere tutti i problemi. La collaborazione fra pubblico e privati e’, quindi, fondamentale per rendere piu’ attrattivo e accessibile il centro storico. In tal senso, e’ stato anche concertata l’esigenza di approntare un piano del marketing utile anche a sensibilizzare la cittadinanza ad acquistare e consumare su Corso Mazzini alimentando una positiva reazione a catena. In un momento di difficolta’ tutti insieme dobbiamo preservare il cuore e il tessuto produttivo della citta’”.