Porto Catanzaro, al via bando gara per progettazione lavori

L’amministrazione comunale ha bandito la gara d’appalto per affidare la progettazione definitiva dei lavori da 20 milioni di euro per il porto di Catanzaro. Lo hanno annunciato il sindaco Sergio Abramo e l’assessore all’urbanistica, Modestina Migliaccio Santacroce. La scadenza per la presentazione delle domande e’ fissata per il prossimo 11 settembre. La gara prevede un importo complessivo di 563mila euro circa. L’importo e’ stato calcolato – spiega una nota – seguendo i dettami del decreto ministeriale del 17 giugno 2016 di concerto con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia, che ha espresso il proprio parere di competenza poco piu’ di un mese fa. “E’ l’ennesimo passo avanti centrato dall’amministrazione nel lungo e complesso iter burocrati per il potenziamento dei servizi offerti dal Porto”, hanno affermato il sindaco e il delegato di giunta, “un passaggio essenziale per consentire alla citta’ di avere a disposizione, finalmente, un’infrastruttura moderna e funzionale, con i servizi adeguati, ma soprattutto un punto di riferimento e rilancio dello sviluppo, turistico ed economico, ma anche sociale, del capoluogo calabrese”. 

   “Questo bando per la progettazione – hanno aggiunto Abramo e Migliaccio Santacroce – si riferisce al piu’ corposo e importante intervento per la riqualificazione turistico-commerciale del Porto, con quei 20 milioni di euro che cambieranno radicalmente il volto della struttura del quartiere Lido e apriranno a tutta la citta’ nuovi scenari di crescita. Si tratta del punto esclamativo che l’amministrazione comunale porra’ su un processo di riqualificazione del Porto che e’ ancora piu’ ampio ed e’ iniziato, nella passata consiliatura, con la realizzazione dei lavori per la marineria peschereccia e di altre opere essenziali”.

La progettazione prevista col bando di gara riguarda, in particolare, il completamento della banchina di riva attrezzata con gli impianti ed i servizi di banchina (bitte, parabordi ed anelloni di ormeggio), la collocazione di 360 metri di pontili galleggianti per l’ormeggio delle imbarcazioni da diporto, la creazione della darsena per i pescherecci, la realizzazione di una paratia di pali posti a sostegno della sovrastante via, la realizzazione dell’edilizia portuale (capannone cantieristica e rimessaggio, edifici destinati agli impianti tecnologici, servizi igienici, torre di controllo, colonnine rifornimento carburanti e relativo box di servizio, vani tecnologici destinati a cabina Enel, impianti idrici, ecc.), la creazione di un secondo accesso lato molo di sopraflutto con realizzazione di apposita rampa dal lungomare, la realizzazione degli impianti idrico, fognante, antincendio, elettrico e di trasformazione e distribuzione principale, impianto TVCC, illuminazione piazzale e strade, impianto di smaltimento acque di prima pioggia e delle acque meteoriche con o senza trattamento, impianti di salvaguardia ambientali (trattamento sversamento carburante, lavaggio carene e trattamento acque di scarico, filtro portatile per acqua di sentina, aspirazione oli esausti e trattamento acque di sentina con serbatoi di accumulo, spurgo oli esausti), i segnalamenti luminosi,la sistemazione dei piazzali anche con la realizzazione di segnaletica orizzontale e verticale, la sistemazione delle aree a verde e la collocazione della recinzione dell’area di pertinenza portuale.