Bancarotta, il Riesame di Catanzaro rimette Giancarlo Pittelli in libertà

Revocati i domiciliari. L’avvocato ed ex senatore di FI era finito al centro di un'inchiesta su manovre societarie per la costruzione, mai avvenuta, di un complesso turistico a Copanello di Stalettì

Il Tribunale del Riesame ha rimesso in libertà l’avvocato ed ex senatore di FI, Giancarlo Pittelli, coinvolto nei giorni scorsi nell’inchiesta per bancarotta fraudolenta che ha portato il penalista catanzarese agli arresti domiciliari.Al centro delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza le manovre societarie per la costruzione, mai avvenuta, di un complesso turistico a Copanello di Stalettì, per il quale nel 2004 era stato ottenuto un finanziamento pubblico con il Por di oltre 4 milioni di euro. Opera mai concretizzata, dunque, e fondi erogati (soltanto in parte, 880mila euro circa) mai restituiti alla Regione nonostante le richieste inviate dopo lo stop all’iniziativa arrivata nel 2009.