Ingiuste detenzioni e inchieste “leggere”, Catanzaro maglia nera

Dati inquietanti sciorinati dal procuratore presso la Corte d'Appello, Lupacchini, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario


È vero e proprio allarme per ingiusta detenzione nel distretto giudiziario di Catanzaro. Record assoluto e il doppio della spesa per risarcimenti dell’intero distretto di Roma. E a ricordarlo a tutti, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, è il procuratore generale presso la Corte d’Appello Otello Lupacchini. Il distretto con il maggior numero di indennizzati è proprio quello di Catanzaro, per il sesto anno nei primi tre pisti, con 158 persone che nel 2017 hanno subito ingiusta detenzione. Catanzaro e Roma le citta in cui lo Stato ha speso di piu, appunto, per risarcimenti che ovviamente sono scaturiti da ingiusta detenzione. Nel 2017 nel distretto di Catanzaro si è registrata la cifra di circa 8,9 milioni, piu del doppio di quanto si è speso per i casi di ingiusta detenzione nella capitale. E’ sintomo, secondo Lupacchini, 《di inadeguata ponderazione degli elementi di prova》. Ed è anche conseguenza, sempre secondo Lupacchini, 《di un acritico appiattimento del giudicante sulle richieste non ponderate del requirente》.