《Rispetto Mario, e andrò a trovarlo…》

Il commissario del Pd, Graziano, alla "prima" con i consiglieri regionali. Che hanno scoperto in qualche modo le carte...

Rispetto Mario, non sono qui certo per “fare prigionieri”. E andrò a trovarlo, perchè il mio compito è solo quello (per qualche mese) di riconsegnare tracce di ordinarietà al Pd di Calabria. Dal profilo basso, il commissario del Pd Graziano alla “prima” con i consiglieri regionali. Moderato nei toni e nella sostanza è con nessuna voglia di attaccare brighe, nè di girare con un accendino sopra una tanica di benzina. Cerca e trova Sebi Romeo col quale preferisce riunirsi da solo e prima la reunion generale. E si intuisce subito che il tono e gli argomenti sono distensivi e distesi. Faccio il mio, incardino il congresso e tolgo il disturbo, fa capire in sintesi. Anche perché il 4 marzo Graziano, parole sue, andrà dal nuovo segretario, presumibilmente Zingaretti, e si intuisce già da ora quale sarà il destino da quel momento in avanti per lui. Anche perchè, sempre concetto suo, ci sono le elezioni e vuole dare una mano “fisica” alla sua Campania. Chiarito, almeno in questa fase, che non c’è nessuna voglia nè possibilità di occupare spazi e incidere nei percorsi politici il resto della reunion è filato liscio. Con un unico comune denominatore, la presa d’atto che la gestione precedente del partito non ha seminato nè carte congressuali nè regnanza per andare avanti. Da qui, secondo Giudiceandrea, la scelta giusta di commissariare il partito. Si sono allineati invece sulla stessa posizione Nicola Irto e Sebi Romeo, celebrare il congresso regionale, sostenere il lavoro di Oliverio, fare un lavoro politico sul federalismo differenziato. Bevacqua ha proposto di dare mandato a Romeo per un incontro con Oliverio per la cabina di regia. Secondo Guccione che ci vuole invece un vicepresidente politico in una giunta che può anche mantenere qualche tecnico per andare avanti. Mimmo Battaglia ha detto che occorre stare con Oliverio e lavorare a fare il congresso il prima possibile. Sui casi di Rende e Rossano Corigliano ha delegato Guglielmelli nel tentativo di trovare una sintesi con parlamentari e consiglieri regionali del luogo. I.T.