Oliverio: 《La notizia della “cacciata” di Mauro è totalmente falsa》

Come da noi anticipato il siluramento del dg dell' Asp di Cosenza è solo una bufala. Arriva la secca smentita del governatore

Lo avevamo anticipato in perfetta solitudine in mattinata, la notizia del siluramento del dg dell’Asp di Cosenza, Raffaele Mauro, è falsa. Una fake circolata ieri sui tg pubblici e privati e oggi sulla stampa. Contattato, Mario Oliverio, è netto. 《Una bufala, tutto falso. Non ho liquidato nessuno, Mauro è al suo posto》. Stop, punto. Fine della pantomima? Non proprio perché a questo punto è più che lecito chiedersi: chi e perchè ha costruito e fatto circolare la notizia falsa, la fake? Con quali obiettivi e compagni di merenda? Uno degli equivoci in questi giorni funzionali alla bufala “industriale” può essere rintracciato in una sorta di questionario rituale e amministrativo fatto compilare a tutti i vertici delle aziende regionali. E poi? Chi lo ha voluto interpretare contro Mauro? Di chi è la manina? E dove risiede, alla Cittadella o a Cosenza? Altra domanda non da poco, perché mettere in “bocca” a Oliverio la bufala? Una delle piste, la prevalente, è politica. E riguarda gli avversari politici presenti e futuri di Oliverio. Che siano di centrodestra o che risiedano accomodati nella pancia dello stesso Pd. L’altra pista, consequenziale ma secondo noi originale, è di natura industriale. E ha a che fare con Mauro, con l’Asp di Cosenza, con gli accreditamenti e i posti letto del futuro. Quale prossimo predatore, cosentino o catanzarese, si nasconde dietro la costruzione di questa grottesca bufala?