《Salvini finisce quello ha iniziato Minniti》

Il giorno dopo il provvedimento del ministero che "chiude" di fatto il modello Riace è un giorno di rabbia e ricordi

Restituzione immediata dei fondi erogati e sgombero dei migranti. E il film diventa un incubo. Il ministero degli Interni cala il sipario sul modello Riace e Salvini confessa in un retroscena che già il 2 di ottobre era pronto tutto, salvo poi attendere per ragioni di opportunità politica la notifica. Della serie, facciamo in modo che Lucano non diventi un martire. Ma le conclusioni erano già “tratte” il giorno degli arresti domiciliari al sindaco dell’accoglienza. E il ministero oggi pontificato da Salvini non ha obblighi rispetto ai tempi e alle movenze della magistratura ordinaria. E abbassa le saracinesche. Del resto le conclusioni dell’inspezione della prefettura nel 2016, sul tavolo del dicastero allora comandato da Minniti, erano e sono chiare e inquietanti. Il gran ballo dei quattrini che entrano dallo Stato per una ragione, l’accoglienza, e fuoriescono anche per altro, ha imperato a Riace dal 2012 al 2017. Perchè tutti i guai, per il “sistema Lucano”, nascono da qui. Dall’ispezione della prefettura finita poi sul tavolo del ministero. Ispezione voluta e “provocata” dallo stesso Lucano a cui i rimproveri interni dello Sprar non andavano giù. E fatale è stata poi l’ispezione del palazzo del governo di Reggio con il “sergente di ferro” Gullì a guardare tutte le carte incuriosito dalle cose “strane” di Riace. 《Sì ma Mimmo sapeva già che aveva dei nemici, dei problemi al ministero》 racconta di primo mattino un uomo ferito che guarda nuvole nere (anche vere) addensarsi nella domenica mattina di Riace. 《Sapeva che c’erano problemi non tanto con ispettori o funzionari Sprar o Cas ma con il vertice stesso del ministero. Con Minniti. E del resto nelle carte della magistratura c’è tutto, c’è la verità. Intercettato Lucano parla di Minniti come uno che diventa un pericolo per i migranti, perché vuole abbassare da tre a due i dinieghi sufficienti per il rimpatrio. E chi non ricorda quella frase intercettata poi finita sulla stampa, frase pronunciata proprio da Lucano ad una migrante: Minniti vi caccia, Minniti e una brutta persona. Infondo oggi Salvini finisce a Riace quello che ha iniziato Minniti》. Il nero del cielo, a Riace, solo in parte traduce in colori quello che c’è dentro e per le strade…