Arcomagno, al via i lavori di messa in sicurezza

San Nicola Arcella – Si intravede finalmente la conclusione positiva della delicata vicenda relativa all’Arcomagno di San Nicola Arcella, che nei mesi scorsi era stata nuovamente portata all’attenzione da un’interrogazione che il consigliere regionale Giuseppe Aieta aveva rivolto al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, relativa, appunto, alla necessità di sbloccare i finanziamenti necessari per mettere in sicurezza quello che è uno dei più suggestivi luoghi della Calabria. Il sindaco della cittadina tirrenica, Barbara Mele, ha, infatti reso noto che avranno presto inizio i lavori di messa in sicurezza di questo suggestivo luogo proprio grazie a una convenzione firmata, con la Regione Calabria, ieri mattina dallo stesso sindaco, convenzione che prevede un intervento complessivo di 374.649,67 euro sul sito naturalistico.

Il sindaco Barbara Mele e il consigliere regionale Giuseppe Aieta

“Con viva soddisfazione – ha, infatti, dichiarato Barbara Mele, in una nota – informo i cittadini che stamattina ho sottoscritto la convenzione con la Regione Calabria per la realizzazione dell’intervento di riqualificazione e manutenzione del sentiero naturalistico dell’Arcomagno. Per l’intervento sono stati previsti euro 374.649,67, al fine di mitigare e ridurre il rischio idrogeologico e consentire ai cittadini e ai turisti l’accesso sicuro del luogo. Si chiude così una vicenda che era stata al centro dell’attenzione nazionale e che oggi registra il suo positivo epilogo grazie ad una continua interlocuzione con la Regione Calabria. E’ stato un iter tortuoso e pieno di difficoltà, cui non abbiamo mai rinunciato, consapevoli che uno dei luoghi più suggestivi al mondo dovesse ritornare nella disponibilità di migliaia di turisti”.

In ultimo, il sindaco di San Nicola Arcella ha ringraziato i colleghi della sua amministrazione, il presidente Oliverio e il consigliere Giuseppe Aieta, per quanto fatto in questi mesi.

“Il risultato di oggi – ha, pertanto, sottolineato – è frutto di un virtuoso e continuo lavoro di squadra quotidianamente svolto dalla mia amministrazione attraverso ripetuti incontri col Governatore della Calabria, Mario Oliverio, e il consigliere regionale, Giuseppe Aieta, che, responsabilmente, hanno compreso il valore simbolico della questione. Ed è per questo che esprimo a loro, unitamente all’ufficio del commissario straordinario delegato, la mia gratitudine per aver voluto dare priorità alla soluzione di uno dei problemi che non riguarda solo la mia città, ma la Calabria intera”.

Le fa eco lo stesso consigliere regionale Giouseppe Aieta, che a sua volta ha voluto rendere merito alla tenacia dimostrata in questa vicenda. “Lei è una donna tenace, audace, perbene – ha, infatti, scritto Aieta, riferendosi a Barbara Mele, ripercorrendo, altresì, le “tappe” che hanno caratterizzato il lungo iter – Per la sua città è pronta a qualunque cosa e diventa spigolosa, intrattabile, se ti mostri superficiale. Ed è così che abbiamo sfiorato lo scontro per la sua ostinata volontà ad avere riconosciuto il sacrosanto diritto di mettere in sicurezza uno dei luoghi più suggestivi del mondo. E non ammetteva ragioni pur in presenza di evidenti problemi burocratici che nelle pubbliche amministrazioni non mancano. Firmando la convenzione che le assegna € 374.000 per mettere in sicurezza l’Arcomagno, oggi, Barbara Mele, sindaca volitiva di San Nicola Arcella, ha vinto la sua battaglia, potrà restituire quel luogo ai suoi cittadini e ai turisti, avrà realizzato un altro obiettivo di buon governo dopo i tanti raggiunti in questi anni. Qualche data che ha portato al risultato di oggi per spiegare quanto sia faticoso il lavoro dei Sindaci: 25 Aprile 2016 (giorno di festa) la sindaca mi scrive per sollecitare sopralluogo; 29 Aprile scrivo alla sindaca confermando sopralluogo dell’Autorità di Bacino regionale; 5 Maggio sopralluogo con i tecnici dell’ABR; 31 Luglio la Giunta regionale delibera i fondi per il rischio idrogeologico; 12 Febbraio interrogazione al presidente Oliverio per sapere a che punto sono le procedure e il presidente, attraverso l’assessore Musmanno, risponde che la Regione procederà in tempi strettissimi; 19 Aprile la sindaca Mele sottoscrive convenzione. In mezzo a tutte queste date ci sono decine di viaggi a Catanzaro, incontri con i tecnici regionali e col presidente Oliverio. Tutto voluto caparbiamente e cocciutamente da una sindaca agguerrita e lungimirante. Con la visione”.

                                                                                                         CLELIA ROVALE