《Fermate la legge sulle sale da gioco. Non è in linea con il centrodestra》

La parlamentare della Lega Loizzo: parte dell'opposizione è compiacente

《Se fossi stata in consiglio oggi avrei votato contro ma sono impegnata a Roma per la finanziaria. Ai colleghi di maggioranza dico dì fermare la legge sulle sale da gioco perché non rispecchia in nessun modo il pensiero del partiti e del governo dì centrodestra》. Lo afferma Simona Loizzo deputato della Lega e consigliere regionale. 《La mia posizione chiara e lineare su questa legge ha avuto le conseguenze che tutti conoscono – dice e- ma quello che è importante è capire che questa nuova legge, come hanno ribadito le comunità dì recupero, favorisce il gioco d’azzardo. Si passa da 8 a 15 ore di apertura delle sale ogni giorno mentre il governo Meloni, attraverso il vice ministro Bellucci e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Mantovano, fa’grandi sforzi per contrastare la ludopatia. Parte del centrosinistra è compiacente e li ha dimostrato astenendosi in commissione. La Lega, ha anche dì recente stabilito la sua posizione che è in linea con quella espressa dai Vescovi. La ludopatia distrugge letteralmente migliaia di famiglie anche in Calabria – aggiunge Loizzo – e questo non possiamo assolutamente dimenticarlo. Chiedo ai miei colleghi di cancellare questa norma – conclude Simona Loizzo – che rischia di vanificare il grande lavoro che quotidianamente comunità dì recupero e Serd svolgono per contrastare un fenomeno che mina la serenità di tanti nostri concittadini》.