Salvini apprezza e ringrazia (ma non blinda) Spirlì…

Vertice interno al Carroccio calabrese con il leader nazionale della Lega. 《Molto bene Cosenza, andiamo avanti...》

《Parlerò con il presidente Occhiuto; io non sono affezionato alle etichette ma alla concretezza».
Matteo Salvini gioca a centrocampo con la “pratica” Spirlì. E in generale prova a giocare di fino con tutti i consiglieri (compreso il presidente facente funzioni) a proposito delle ansie da prestazione in giunta regionale. Difende e ringrazia Spirlì per il lavoro fatto, anche se poi non mostra di volersi immolato attorno alla causa ticket. E ringrazia e osanna tutti i consiglieri che hanno portato voti anche se poi è a Cosenza che dedica le parole più “sentite”, 《bene Cosenza, molto bene》.
A margine di in vertice interno Salvini risponde ai cronisti che gli chiedono quanto sia disposto a “blindare” il ticket che assegnerebbe a Nino Spirlì la vicepresidenza della giunta regionale. E la risposta è “democristiana”.
«Con Occhiuto parlerò del ruolo che uomini e donne della Lega potranno avere sia in giunta che in consiglio regionale». 《La riunione di oggi – ha detto poi Salvini riferendosi all’incontro con i vertici regionali della Lega – è stata di tre ore, molto utile, con i nuovi eletti in regione e con i dirigenti. Abbiamo tutta l’intenzione di crescere».
《Con il presidente Occhiuto parlerò di giunta nei prossimi giorni, non c’è nulla di definito ma mi interessava ringraziare i calabresi per la fiducia data alla Lega, ascoltare le opinioni di chi è stato eletto e di chi non è stato eletto». 《Ci sono tanti sindaci che vogliono aderire al movimento. Entro dicembre faremo il rinnovo di tutti i segretari cittadini, abbiamo quasi 2000 iscritti, nell’anno del Covid penso che fare di più era difficile. Ripartiamo dai quattro consiglieri regionali con idee chiare e una bella e proficua chiacchierata. Noi intendiamo essere più presenti dopo le elezioni che prima nei territori».