Calabria in “volo”, 《215 milioni per i 3 aeroporti calabresi》

Conferenza stampa di Occhiuto e dell'amministratore di Sacal Franchini

Questa mattina il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto e l’amministratore unico di Sacal, Marco Franchini, hanno convocato la stampa al dodicesimo piano della Cittadella di Catanzaro. L’incontro è stato indetto per illustrare i progetti e le iniziative riguardanti il Contratto interistituzionale di sviluppo sugli aeroporti calabresi sottoscritto ieri a Roma con il ministro Carfagna.
《Questo è un investimento epocale. Abbiamo deciso di acquisire la proprietà di Sacal – afferma il presidente Occhiuto – perché riteniamo che gli aeroporti devono costituire un settore strategico per lo sviluppo della Calabria. Il Cis (Contratto interistituzionale di sviluppo) prevede lo stanziamento di 215 milioni di euro per rifare i tre
aeroporti calabresi che oggi versano in condizioni di assoluto degrado. Il tutto in una regione che si candida a diventare una delle principali mete turistiche del Mezzogiorno. A questi fondi si sommano altri 40 milioni di euro che useremo per rendere attrattiva la Calabria nei confronti delle compagnie aree. Su Reggio Calabria e Crotone, inoltre, ci sono 20 milioni di euro aggiuntivi che servono a potenziare le tratte. Il commissario Sacal Franchini sa che se non realizzerà i progetti nei prossimi due anni verrà rimosso e sostituito. Entro 24 mesi avremo tutti i tre aeroporti ammodernati. Fintanto che non avremo in Calabria le infrastrutture necessarie a rispondere ai bisogni di mobilità, bisogna potenziare gli aeroporti》.
《L’estate appena trascorsa sul fronte degli aeroporti calabresi – spiega l’amministratore unico di Sacal, Marco Franchini – ha dato dei segnali di vitalità che però non sono sufficienti. La prossima stagione estiva dovrà ripartire con criteri totalmente diversi. Innanzitutto lo scalo di Lamezia dovrà essere reso (almeno parzialmente) più decoroso, così come quello di Reggio Calabria, mentre a Crotone dobbiamo portare più attività. Abbiamo un profilo del turista che arriva, poco alto spendente, dobbiamo quindi enfatizzare le qualità della Calabria per innalzare il livello dei visitatori. La sicurezza è rispettata, ma va migliorata, le luci bordo pista vanno sostituite con quelle a led. Nelle classifiche nazionali l’aeroporto di Crotone, e gli aeroporti calabresi, sono nelle ultime posizioni quindi dobbiamo ribaltare questa condizione》.