Sanità: Calabria, si dimette subcommissario Pellicanò

Alla base decisione presunta assenza di rapporti con Occhiuto

Angelo Pellicanò si è dimesso da subcommissario per l’attuazione del Piano di rientro dai disavanzi del Servizio sanitario nella Regione Calabria.
La lettera con cui Pellicanò ha rassegnato le dimissioni è stata trasmessa oggi ai Ministeri dell’Economia e della Salute e nelle prossime ore sarà inviata anche al presidente della Regione, Roberto Occhiuto, nominato nei giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri Commissario della sanità calabrese. Pellicanò era stato nominato subcommissario su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze e per sette mesi ha affiancato l’ex commissario Guido Longo. Angelo Pellicanò non ha rilasciato, al momento, alcuna dichiarazione riguardo le motivazioni delle sue dimissioni, che ancora, peraltro, non sono state né accettate, né respinte dai ministeri competenti.
Secondo quanto si é appreso, comunque, alla base della sua decisione ci potrebbe essere una presunta assenza di rapporti con il commissario Occhiuto, con il quale, tra l’altro, non ci sarebbe stato alcun contatto, neppure telefonico.
L’altro subcommissario, Michele Ametta, invece, risulta ancora in carica.