Elisoccorso di Cosenza, Di Natale tuona: “Pronto a forme di protesta se non verrà risolta la vicenda in 24 ore”

Il consigliere regionale in polemica: "Gli altri impegnati nella campagna elettorale, io sono pronto a tutelare i diritti dei cittadini"

“Da ormai troppo tempo la provincia di Cosenza, ovvero la più grande del centro sud che annovera circa settecentomila abitanti, non ha un servizio essenziale come l’elisoccorso, nonostante le rimostranze degli addetti ai lavori, quali il dott. Gagliardi che ha occupato simbolicamente la pista di atterraggio in località ‘Le Cannuzze’, e le preoccupazioni espresse dai cittadini sconcertati da un simile disservizio”. Lo afferma, senza mezze misure, il Segretario-Questore dell’assemblea regionale della Calabria, On. Graziano Di Natale.
“Tutti sono a conoscenza -sottolinea nel corso del proprio intervento- dell’importanza del soccorso aereo e di quante vite umane può salvare grazie alla generosità del personale sanitario, eppure i giorni passano nell’apatia generale, nonostante anche il mio appello, finora rimasto inascoltato”. Il Vicepresidente della commissione regionale anti ‘ndrangheta prosegue: “Sebbene sia mia volontà mantenere toni consoni e garbati ricercando un dialogo istituzionale per arrivare alla risoluzione dell’annosa vicenda sono pronto anche a forme di protesta se entro 24 ore non avrò notizie ufficiali”. Di Natale non risparmia una stoccata alla politica regionale: “I diritti dei cittadini vanno difesi e non possiamo far finta di nulla. Abbiamo il dovere, quali rappresentanti eletti nella massima istituzione regionale, di non voltarci dall’altra parte. Con amarezza prendo atto che gli altri sono impegnati esclusivamente nella spasmodica ricerca di una comoda poltrona. Vorrà dire che, anche in questa battaglia, sarò sostenuto dai cittadini liberi che hanno voglia di ribellarsi ad un sistema di pressappochismo. La provincia di Cosenza -conclude- deve riavere immediatamente l’elisoccorso. Riattiviamolo subito”.