Rimborsopoli, la Corte dei Conti condanna anche Ottavio Bruni

Il danno è stato calcolato in 7680 euro. Quattrini elargiti ad associazioni ed enti dal gruppo di Autonomia e diritti, guidato dall’ex presidente della Provincia di Vibo e riconducibile ad Agazio Loiero

La Corte dei Conti ha emesso l’ennesima condanna nell’ambito del procedimento scaturito dall’inchiesta Rimborsopoli, relativa ai fondi utilizzati dai gruppi consiliari. A farne le spese, questa volta, è stato l’ex consigliere regionale Ottavio Bruni, nella sua qualità di componente del gruppo “Autonomia e Diritti”. Sotto i riflettori autoliquidazioni e rimborsi dell’ex consigliere regionale Agazio Loiero per una serie di spese non consentite, a parere dei giudici tra il 26 marzo e il 22 agosto 2011. Anche Bruni, secondo la Corte dei Conti, è responsabile di danno erariale per 7.680 euro. Già Loiero era stato condannato a pagare oltre 15.800 euro. Tra le spese “non consentite” alcune riguarderebbero i contributi ad associazioni ed enti per un totale di 7.300 euro.