C’è (anche) de Magistris al taglio del nastro a fianco del sindaco (Pd) di Acri

Inaugurato nel centro presilano il Museo del Risorgimento. «Napoli capitale della cultura meridionale e gemellata con noi insieme a Sapri e Buonabitacolo»

 In qualità di sindaco di Napoli (hai visto mai) città capitale e culla della cultura meridionale de Magistris ha partecipato al taglio del nastro ad Acri del Museo del Risorgimento. Con lui, ovviamente, il sindaco Pino Capalbo che è anche membro dell’assemblea nazionale del Pd.

Il “tracciato” che il sindaco offre a questa inaugurazione allargata e “partenopea” è presto detto. «La città di Acri con il Museo del Risorgimento, il Museo Maca, il Museo della civiltà contadina, il Museo micobotanico arricchisce la sua dotazione storico-culturale e consegna ai giovani un patrimonio di storia e cultura da porre alle fondamenta della civiltà democratica della nostra terra. Del resto già la Fondazione Vincenzo Padula è uno strumento di conoscenza e diffusione a livello regionale e nazionale della storia e delle personalità illustri nel campo della cultura, come la figura di Padula, maestro di Giovanbattista Falcone e suo punto di riferimento culturale e ideale a Napoli, la vera capitale della cultura meridionale. Già il 2011, nei centocinquantanni della Unità d’Italia, la Fondazione pubblicava, curato dal prof Giuseppe Abbruzzo, il volume “Giovan Battista Falcone, segretario della Spedizione di Sapri”. Una collaborazione tra la Fondazione Padula, il Museo del Risorgimento e le altre istituzioni culturali è ancor più da rafforzare allo scopo di portare alla luce la ricchezza della storia culturale, sociale e democratica di Acri e del meridione. Sarà intensificato l’impegno per la ricerca, lo studio e la diffusione dei momenti più significativi e delle figure più importanti della nostra storia acrese e meridionale.

Sarà ancor più necessario intensificare il rapporto di collaborazione con le comunità a noi vicinine e in special modo con le comunità arbreshe, con cui Acri storicamente ha intrecciato rapporti di collaborazione. Il rapporto tra Padula e Domenico Mauro e il circolo democratico di San Demetrio Corone, l’impegno democratico di Padula, Falcone, Sprovieri e tanti altri eroi e intellettuali dell’Ottocento sono stati elemento di riscatto e di crescita, lo dovranno essere ancor più oggi per un nuovo rinascimento della nostra terra.

De Magistris è stato invitato per ragioni istituzionali. È stato sottoscritto anche un protocollo avente ad oggetto un gemellaggio culturale fra i sindaci di Sapri, Napoli, Acri e Buonabitacolo…». E già, un gemellaggio culturale. Perché si sa che la cultura è tutto dalle nostre parti e Napoli ne è la “capitale”…

I.T.