《Spirlì a breve sarà presidente per un po’ di tempo…》

Gaffe (o lapsus) del candidato a sindaco di Taurianova, il leghista Biasi: verso una assenza temporanea della Santelli

Gaffe o lapsus. Il confine è sottilissimo ma in certi casi è così spesso e robusto da separare il mondo. Siamo in epoca per sfogo clamoroso di Santelli (《mi sono rotta i coglioni delle voci che mi danno fuori dalla Calabria》). Non di tanto, probabilmente di qualche ora o qualchevgiorno al massimo.

Siamo a Taurianova, nel cuore della Piana di Gioia Tauro. Terra di Nino Spirlì, del canile attenzionato dalla Dda e del circolo Dudù. E terra di Roy Biasi, candidato a sindaco in conto Lega ma non in conto centrodestra, Forza Italia corre per fatti suoi. Biasi non è di primo pelo, oltreché fedelissimo di Nino Spirlì che gli fa da cabarettista in apertura dei comizi. È il primo dei non eletti in consiglio regionale e in passato è stato anche consigliere provinciale. Si discute anche di sanità su un palco nel corso di un incontro elettorale di qualche giorno fa. Ad un certo punto Biasi chiama “presidente” proprio Nino Spirlì. 《Insieme al presidente Spirlì…》. Lo riprendono, della serie guarda che è vicepresidente della Regione Spirlì. E Biasi arretra ma solo per accelerare di nuovo. 《Sì, vicepresidente. È stato un lapsus perchè Spirlì sarà tra poco presidente, Santelli temporaneamente dovrà assentarsi…》. Fa anche il medium Biasi? Conosce il futuro? O fa solo il tifo per quello di Spirlì?

I.T.