Consiglio, Klaus Davi: crollo auditorium tragica metafora

Il candidato a sindaco: ennesimo fallimento della politica, Reggio venduta per un piatto di lenticchie

“Il crollo del soffitto della Sala Calipari del Consiglio regionale e’ una tragica metafora della nulla considerazione da parte dei partiti, tutti, nessuno escluso, nei riguardi di Reggio Calabria, le sue cittadini e i suoi cittadini e perfino i suoi simboli istituzionali . Reggio Calabria e’ stata venduta per un piatto di lenticchie dai soliti big player della politica spesso a braccetto con la ‘Ndrangheta”. Lo afferma, in una nota, Klaus Davi, consigliere comunale di San Luca e candidato sindaco di Reggio Calabria. “Questo – prosegue Davi – e’ il risultato del fallimento. Un lungo elenco di ko a cominciare dall’aeroporto, poi il palazzo della Regione crollato, la vergognosa questione dei rifiuti; l’acqua mai arrivata nelle case dei reggini, la scippo del ruolo di capoluogo e potremmo continuare con tanti altri ‘stupri’ della citta’ dei Bronzi. Fino a quando la popolazione di Reggio potra’ tollerare un simile scempio? Fino a quando i partiti potranno violentare i cittadini con il loro cinismo e la loro indifferenza? Basta non c’e’ rispetto per Reggio Calabria”.