“PD e M5S uniscano le forze per tutelare i diritti dei calabresi”

"Piena condivisione" dal consigliere regionale Aieta per la parole del deputato Sapia sulle nomine della sanità

Apprezzo e condivido l’interrogazione parlamentare presentata dall’On. Francesco Sapia in rifermento a ciò che sta avvenendo nella sanità calabrese. Da più tempo considero la sua voce libera quale fondamento a tutela del diritto alla salute dei calabresi. Proprio a sostegno di questo sacrosanto ed inviolabile diritto ho presentato nel tempo mozioni e interrogazioni che spesso hanno incrociato le giuste rivendicazioni dell’On. Sapia. Non ultima, l’interrogazione del parlamentare calabrese in cui è citata una mia interrogazione consiliare nella quale vengono mossi rilievi di legittimità in riferimento alla nomina dei direttori amministrativo e sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Apprezzo la proposta dell’On. Sapia in riferimento ad una virtuosa sinergia tra le forze che sostengono il governo nazionale sul terreno dell’intricata vicenda della sanità calabrese: é, infatti, in atto una evidente colonizzazione di un settore strategico che assorbe più della metà del bilancio della Regione Calabria con evidenti inefficienze se non illegittimità. È arrivato il momento di ricercare una sintesi delle varie posizioni messe in campo al fine di offrire ai calabresi un riferimento certo nella tutela dei propri diritti. Ho sempre considerato utile per il Paese, sin dal 2018, un’alleanza con il M5S per il comune interesse verso i temi della solidarietà e dei diritti. Pertanto, ritengo necessario – al fine di ostacolare questa deriva leghista di colonizzazione della Calabria – aprire, nella nostra regione, un confronto non più rinviabile tra PD e M5S così come accade nel governo del Paese al fine di avanzare proposte e vigilare sull’utilizzo delle ingenti risorse europee che rappresentano una svolta epocale per la sanità calabrese.

Giuseppe Aieta
Consigliere Regionale