“Covid-19, nessun kit per i tamponi nelle strutture di Crotone”

Il sindaco di Crotonei Belcastro: è dal 31 marzo che abbiamo fatto richiesta. Sul nostro territorio ci sono 19 tra case protette, residenze per anziani e strutture che accolgono anche disabili e donne in difficoltà

“Emergenza Covid-19, dotare degli opportuni kit per l’esecuzione dei tamponi le direzioni sanitarie delle numerose strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali (sono 19 tra case protette, residenze per anziani e strutture che accolgono anche disabili e donne in difficoltà)”. È quanto sollecita il Sindaco Nicola Belcastro che nei giorni dalla Presidente della Giunta regionale Jole Santelli e all’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, sottolineando che l’urgenza è determinata dal fatto che all’interno di queste strutture lavorano operatori provenienti anche da altri territori e che il rischio di contagio è elevato non solo per gli ospiti ma per l’intera comunità. “Per la richiesta inoltrata il 31 marzo scorso ad oggi l’Amministrazione Comunale non ha ricevuto alcun riscontro.  L’obiettivo della richiesta condiviso con le direzioni delle strutture – rimarca il Primo Cittadino – è quello di evitare che le tragiche esperienze verificatesi in questi giorni in altri territori calabresi, non vengano replicate situazioni di criticità anche nella nostra realtà”.

 

All’interno delle strutture, sia di natura sociale che socio-assistenziale, sono state adottate tutte una serie di misure di prevenzione, anche in linea con le ordinanze sindacali emesse all’inizio dell’emergenza. Ad oggi stanno dando i giusti risultati.