《Al bar avrei paura di andarci anche io ma serviva un gesto di speranza》

Jole Santelli difende l'ordinanza di apertura su La 7

《Al bar avrei paura di andarci anche io ma serviva dare un segnale di speranza, di coraggio》. Jole Santelli, a conclusione di un giornatone memorabile (e cercato) dal punto di vista mediatico, fa tappa da Formigli su La 7, Piazza Pulita. I pochi contagi 《della mia terra》e soprattutto la necessità 《di mettere in moto qualche servizio, la Calabria vive di questo》 alla base dell’ordinanza. Anche perché 《non si capisce che rischio in più può esserci tra il ritirare merce da asporto rispetto a un tavolino distanziato all’aperto》. Specie se c’è il sole, aggiunge Formigli, dopo un video quasi spettrale su Cosenza con qualche bar aperto con i tavolini. Bersani in studio ricorda che il tema è che la Calabria ha la metà delle terapie intensive della Liguria, con il doppio della popolazione. Ma soprattutto, Bersani, ne fa una questione e di principio. 《Bastava aspettare una settimana. È il messaggio che è pericoloso. Il messaggio che “tana liberi tutti”. Il messaggio che al governo ci sono dei pazzi che non considerano le esigenze dei territori》. Una scelta quindi politica, chiede Formigli. 《Niente di politico – risponde Santelli -. Non mi aspetto niente da questi tavolini e pure io avrei paura di andarci. Serviva però un gesto di speranza…》.