Coronavirus, non punibilità per i medici: emendamento FI

“E’ giusto ed opportuno che i medici che sono in prima linea nella battaglia contro il covid-19 non debbano essere chiamati a rispondere per responsabilità medica”. Lo dice il senatore Marco Siclari, capogruppo di Forza Italia in Commissione Igiene e Sanità al Senato, che  ha presentato, con i colleghi, un subemendamento al maxiemedamento del Governo per introdurre la non punibilità dei medici che operano contro il covid-19.    “Va tenuto in considerazione – dice Siclari – che si tratta di una patologia per la quale non c’è cura, i medici sono lasciati “soli”, senza strumenti proporzionati all’emergenza che ha colpito il mondo, senza risorse economiche ed umane e quindi non si ravvisano allo stato le condizioni perché un medico possa essere ritenuto colpevole per possibile errore sanitario, in presenza di una situazione complessiva come quella attuale. Si tratta – aggiunge – di una norma di civiltà giuridica e di rispetto verso la classe medica che con abnegazione e spirito di sacrificio e di servizio si sta battendo senza tregua contro un male invisibile e ad oggi non curabile”.