Regionali, come sono ripartiti i seggi

La legge elettorale calabrese è un sistema proporzionale con premio di maggioranza: il candidato che otterrà un voto in più rispetto agli avversari sarà eletto presidente della Regione Calabria (chi si piazzerà al secondo posto nella corsa alla presidenza verrà comunque eletto in Consiglio regionale). Il Consiglio regionale è composto da 30 seggi, compreso il seggio assegnato al presidente della Giunta regionale. L’80% dei seggi del Consiglio regionale (24) è ripartito proporzionalmente in 3 circoscrizioni: Cosenza (9); Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia (8); Reggio Calabria (7). Le coalizioni di liste devono superare l’8% per poter accedere alla ripartizione dei seggi , mentre le singole liste circoscrizionali devono superare il 4% dei voti a livello regionale. I 6 seggi rimanenti vanno alle liste che sostengono il presidente eletto nel caso in cui queste non conseguano il 50% dei seggi (ovvero 15 su 30) nel riparto proporzionale. Se la coalizione raggiunge o supera il 50% dei seggi, ottiene un premio dimezzato, di 3 seggi. Qualora la coalizione vincente non raggiunga i 16 seggi (il 55%) perfino dopo l’assegnazione del premio intero, è prevista l’attribuzione di questi seggi aggiuntivi togliendoli da quelli attribuiti alle liste di opposizione.