Regionali, Sardine Cosenza: “Nessuna indicazione di voto

“In uno spirito di ritrovata partecipazione siamo usciti dal virtuale per stringerci fisicamente e parlare delle sardine e della nostra terra, il territorio cosentino, riscoprendo l’importanza di un luogo di confronto e di aggregazione”. Lo scrivono le “Sardine” di Cosenza, che ieri hanno tenuto la loro assemblea. “Abbiamo discusso intensamente per circa due ore su come le sardine rappresentino un’opportunità per dar voce a sentimenti di solidarietà e tolleranza – si legge in una nota – all’antifascismo, quindi uno strumento per contribuire a realizzare una società migliore in conformità ai principi fondamentali della nostra costituzione”. “Esprimiamo la nostra sensibilità su alcuni temi nel nostro territorio, riassunti nei seguenti punti: auspichiamo misure volte al raggiungimento della sostenibilità del ciclo rifiuti e alla salvaguardia dell’ambiente – si legge ancora nella nota – patrimonio essenziale del nostro territorio; auspichiamo una normalizzazione dell’amministrazione della cosa pubblica, secondo i principi della trasparenza, dell’efficienza, della competenza e della legalità, che accolga concretamente la cittadinanza. Riteniamo che l’emigrazione giovanile dal Mezzogiorno sia la vera emergenza italiana, un’emorragia per lo sviluppo economico e demografico del territorio. Riteniamo che l’articolo 3 della nostra costituzione – scrivono ancora le sardine – non sia completamente applicato sul territorio cosentino: “E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Crediamo che gli ostacoli siano ancora presenti, soprattutto con riferimento alla mobilità, alla tutela della salute ed ai servizi essenziali per il cittadino. Ribadendo la posizione delle Sardine calabresi già espressa dalla nostra referente Jasmine – continua il comunicato – in conformità di opinione con i rappresentanti nazionali del movimento, non diamo indicazioni di voto a specifici partiti alle prossime elezioni regionali, ma invitiamo i cittadini calabresi ad esercitare il proprio diritto di voto con coscienza e senso civico, in opposizione all’avanzata delle destre populiste”.