Vicepresidente (per caso). Se Viscomi cancella “Viscomi”…

Tecniche da revisionismo d'avanguardia per il deputato del Pd

Riscrivere la “pagina”, la propria pagina di storia con tecniche revisionistiche d’avanguardia. Iperboliche. Tecniche che non negano cioè che è esistito e cioè che si è vissuto in prima persona ma tecniche, questa la novità, che rileggono l’accaduto in base alle convenienze del presente. E hai detto niente. Leggere il profilo twitter di Antonio Viscomi, tanto per intenderci. Ad un certo punto e interrompendo un sacrosanto curriculum professionale e intellettuale Viscomi aggiunge pure che è stato (per caso) vicepresidente della giunta regionale. Anzi, scrive esattamente «già VicePres (per caso) della Regione Calabria». Abbiamo letto bene. Una misteriosa combinazione di astri e flussi magnetici indefiniti ha coinvolto a suo tempo proprio Viscomi a fianco di Oliverio, persino facendogli fare il suo vice a capo della giunta regionale. Sì, il vice di Oliverio. Il numero due, per una certa fase, nella prima parte della legislatura che oggi è così bocciata, nell’insieme, proprio dai giudizi di Viscomi (che non è solo in questo esercizio). Come se non fosse mai stato lì, alla Cittadella, Antonio Viscomi. Una meteora che oggi scopriamo essere stata scelta inconsapevolmente dal destino. Dal caso. Dal fato. Che bizzarra la sorte, allora. E come rende indecifrabili le diverse e contemporanee realtà, se si ci mette. Perché letta da qui la storia ma anche i profili e i percorsi politici possiamo tranquillamente ipotizzare che un giorno la pagina twitter Viscomi la aggiornerà ancora. E aggiungerà zingarettiano (per caso). Franceschiniano (per caso). Addirittura renziano (per caso). L’unico periodo che non aggiungerà mai è questo. Sì, proprio questo. Deputato (per caso)…

 

 

 

I.T.