Pd, la festa degli “orlandiani” a Rimini

Una kermesse (solo) di corrente oppure no, qualcosa di più. Magari una “spinta” definitiva verso l’accordo Pd-Cinquestelle per le Regionali calabresi. Chissà. La festa nazionale dei Dems, che si è aperta a Rimini, può essere l’una cosa ma anche l’altra e a giudicare dai retroscena che si rincorrono e dai tempi stretti per la definizione della “pratica Calabria” non è escluso che si sia andati oltre l’adunata di corrente. Arteria del Pd, Dems, che risponde al vicesegretario Andrea Orlando e che in Calabria trova sagoma in Carlo Guccione. Non da oggi, quest’ultimo, sulla linea della rottura totale rispetto alla stagione di governo regionale anche a costo, giustappunto per il vento che tira, di fare gara assieme ai Cinquestelle. Che ci stanno pensando anche se il nome di Gualtieri, da il Fatto ieri anticipato, ne toglie non poche di ansie e incertezze.