Nesci va “oltre” Di Maio: io sono in campo

La parlamentare Cinquestelle non tiene conto della posizione del capo politico

I no del capo politico del suo partito non l’ha fatta muovere di un millimetro. Nesci resta (auto)candidata alla presidenza della Regione Calabria.
«In attesa di una strategia più delineata per la Calabria – ha spiegato la deputata – io rimango a disposizione con la mia proposta di candidatura alla Presidenza della Regione; proposta che non credo debba essere ‘giudicata’, ma vagliata con la serietà che deve contraddistinguere una forza politica». Le parole di Luigi Di Maio erano state tuttavia lapidarie: «Dalila è intelligente, e sa che non si può fare. Abbiamo delle regole e vanno rispettate. Non esistono deroghe». Ma l’esponente pentastellata ribatte: «Sento il dovere di proporre un’alternativa ai modelli civici che hai deciso di sperimentare cambiando le regole del M5s, modelli che senza garanzie a mio avviso rinnegano le motivazioni che ci hanno generato».