Bancarotta di Mario Occhiuto, udienza rinviata

Per indisponibilità del legale tutti dal gup l'8 novembre

E’ stata rinviata a venerdì 8 novembre 2019, per legittimo impedimento del legale del sindaco, Nicola Carratelli, impegnato a Roma in Corte di Cassazione, l’udienza preliminare relativa alla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Mario Occhiuto, primo cittadino di Cosenza. L’udienza doveva tenersi stamattina nel tribunale di Cosenza. Occhiuto è accusato di bancarotta fraudolenta, per una cifra di oltre 3 milioni di euro, nell’ambito della vicenda del fallimento della società Ofin, di cui è stato amministratore fino al 2011. Nell’ambito della stessa inchiesta sono indagati anche Carmine Potestio, socio della Ofin e già capo di gabinetto di Occhiuto al Comune di Cosenza, e la sorella del sindaco, Annunziata, in qualità di amministratore e legale rappresentante della società da settembre a ottobre 2014.