Regionali, Morra irremovibile: nessun accordo con il Pd

 «Come è possibile rapportarsi positivamente con il PD regionale e locale visto che, ad esempio, nei prossimi giorni la Regione Calabria, a guida PD, si prepara a riaprire ben cinque discariche dismesse?» – Il Presidente Antimafia Nicola Morra evidenzia così le distanze con il PD calabrese.

Morra prosegue: «l’ArpaCal stessa ha riscontrato e ribadito negli ultimi anni che, a causa della discarica di Castrolibero, l’acqua di falda sarebbe inquinata visti i superamenti dei valori di Legge, come riportato nella documentazione dell’Ente».
«Per questo motivo – spiega il Senatore pentastellato – ho già chiesto al Ministro dell’ambiente Sergio Costa di bonificare il sito e chiudere definitivamente la discarica».
Morra si rivolge al Segretario del PD: «Zingaretti ammetta che l’ambiente non è la priorità del suo partito, almeno di quello calabrese, perché mentre a Roma si parla di green new deal, in Calabria, dopo quattro anni e mezzo di loro governo, si riaprono discariche dismesse e potenzialmente pericolose».
«Il Movimento 5 Stelle ha nel suo DNA la tutela dell’ambiente – puntualizza Morra – ed è per questo che non potremo allearci con chi minaccia la salute dei cittadini».
Il Presidente dell’Antimafia conclude: «Nei prossimi giorni sarò in Procura per depositare un esposto a tutela dell’ambiente e quindi della salute pubblica a meno che la Regione intenda trovare soluzioni sostenibili e rispettose dei diritti dei cittadini».