Bruno Bossio “franca” ma non “tiratrice”

L'unica nel Pd alla Camera ad aver dichiarato il voto in aula contrario all'arresto del deputato di Forza Italia Sozzani

Di voti ne sono mancati tanti alla Camera, 46. Da far vibrare il capello pettinato del Conti bis. Un vero e proprio affronto “garantista” al governo “giallorosso” a trazione “giustizialista”. E così l’Aula ha detto di no all’arresto del deputato di Forza Italia Sozzani, negando sonoramente l’autorizzazione a procedere. Un voto importante, solo fino ad un certo punto politico o tecnico visto che impatta profondamente sul versante dell’eticità e della sfera intima della libertà individuale. Comunque sia Cinquestelle (sia pure tramite il segreto dell’urna) fa sapere di aver fatto votare compattamente in direzione dell’arresto mentre a dar manforte al voto di “libertà” di Sozzani sono arrivati 46 voti da dividere tra “renziani” e banchi del Pd. Nutrito evidentemente il gruppo dei cosiddetti “franchi tiratori”, quelli tra i dem che non hanno manifestato dichiarazioni di voto contro il governo salvo poi farlo nel segreto dell’urna. L’unica che lo ha fatto, secondo lo stesso Corriere della Sera, è stata la deputata dem Enza Bruno Bossio. Che ha votato contro l’arresto di Sozzani e lo ha detto pure, motivandolo. «Questo voto era una questione di civiltà» ha detto in splendida solitudine. Mostrandosi decisamente “franca” ma non “tiratrice”…

I.T.