“Colpo di mano” nella sanità convenzionata, 《ma Grillo sa che ha combinato Cotticelli?》

La parlamentare Jole Santelli interroga il ministro su quanto pubblicato da "il Fatto di Calabria"

《Come riportato dalla testata giornalistica “il Fatto di Calabria” Il 25 giugno u.s. il Commissario Calabrese alla Sanità revoca il precedente decreto sull’Ota, commissione per gli accrediti delle strutture private, e redige un nuovo atto:
l’unica modifica apportata è relativa ai criteri di nomina del Presidente della Commissione, che precedentemente doveva essere un dirigente di settore, nel nuovo decreto sparisce non solo questo vincolo ma non ne compare alcun altro》. Così la deputata di Forza Italia Jole Santelli torna su quanto pubblicato ieri da “il Fatto” e lo fa, naturalmente, chiedendo spiegazioni proprio al ministero e al ministro della Salute.
《Ai sensi pertanto del nuovo decreto – continua Santelli – a chiunque può essere conferito tale delicato incarico a prescindere da titolo di studio, esperienza di settore, sostanzialmente a prescindere da qualsiasi merito. Tale decisione appare decismente anomala.
Si chiede pertanto di sapere – conclude Santelli: -il Ministro in indirizzo era a conoscenza del merito del nuovo decreto?
Quale è la valutazione del Ministro rispetto ad una scelta amministrativa che in astratto rinuncia a qualsiasi verifica di merito?》.