Fondi Ue, la Calabria ha raggiunto target spesa Psr

Giornata bilanci e programmazione pe ril Comitato di Sorveglianza del Psr riunito a Rocca Imperiale

Il Programma di sviluppo rurale della Calabria 2014-2020, finanziato con fondi comunitari, ha raggiunto il target di spesa per il 2019. Lo ha rilevato il dirigente generale del Dipartimento regionale Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, aprendo i lavori del Comitato di Sorveglianza del Psr in corso a Rocca Imperiale (Cosenza): la riunione ha l’obiettivo di fare il punto sullo stato di avanzamento della programmazione  e della spesa dei fondi comunitari da parte della Regione nel settore dell’agricoltura.

“Il nostro Psr – ha aggiunto Giovinazzo – gode di buona salute ed è in fase di maturità. A livello di spesa siamo al 41,2%, con 448 milioni di spesa su un totale di 1 miliardo 89 milioni. Siamo la terza regione in Italia, la seconda regione dopo il Veneto per capienza di Psr. E’ stato raggiunto in pieno il target ‘n+3’ del 2018, così come abbiamo raggiunto il target del 2019, e nel 2020 abbiamo il 26% di spesa. Tra il secondo semestre del 2019 e il 2020 – ha proseguito il dirigente della Regione – ci aspettiamo l’implementazione della spesa per quanto concerne le misure strutturali: sono gli elementi che stanno qualificando l’aspetto dello sviluppo”.

Giovinazzo ha poi aggiunto: “Sulle misure strutturali abbiamo impegnato risorse pari a 560 milioni, sulle misure a superficie 430 milioni, con una spesa di 132,9 milioni sulle misure strutturali e di 315 milioni sulle misure a superficie. Le domande finanziate per le misure strutturali – ha spiegato il dirigente generale del Dipartimento Agricoltura della Regione – sono state 2.654 su 7.763 presentate, pari al 35-40% del tasso di finanziamento, le domande finanziate per le misure a superficie sono state 105.837 sulle 112.350 presentate”. Con riferimento ai bandi del Psr, secondo Giovinazzo, “ne mancano all’appello ancora due ma abbiamo quasi completato l’emanazione di tutti i bandi previsti nel Programma”.  Il Comitato di Sorveglianza, al quale partecipano anche rappresentanti della Commissione europea, sarà concluso dell’intervento del presidente della Regione, Mario Oliverio.

“Dai dati e dalle informazioni acquisite, la Calabria, in termini di risorse allocate e tempistiche, è terza in Italia dopo Bolzano e il Veneto, mentre è la seconda per la spesa, dopo il Veneto, perfettamente allineata con la media europea”. Lo ha detto questa mattina a Rocca Imperiale (Cs), nel corso del Comitato di Sorveglianza del PSR Calabria 2014/2020 – FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale ) il Capo dell’Unità della Direzione Generale Agricoltura della Commissione Europea, Filippo Busz.    “La Regione Calabria, quindi – ha proseguito – è in linea con la media europea per avanzamento dei programmi e per la spesa mentre la media italiana è ben al di sotto, cioè al 30% della media europea. Un altro aspetto da evidenziare – ha aggiunto – è che è stato raggiunto in largo anticipo il target di livello N+3 e per il 2020 è stato già speso il 26% delle risorse previste”, circostanza mai verificatasi prima nella storia del regionalismo calabrese”.