《Caro Stella, lasciala perdere la Calabria》

La parlamentare del Pd, Bruno Bossio, dura con la firma del Corsera: anche l'ultimo dei suoi pezzi è colmo di razzismo


L’unica cosa condivisibile di questo articolo è la bella foto di Flora Sculco. Per il resto è quanto di più odiosamente razzista che questo “grande” giornalista non risparmia mai di scrivere contro il SUD. Con una sostanziale indifferenza verso i temi che affronta, tranne quello di ribadire che i meridionali (e in particolare i calabresi) sono sempre brutti sporchi e cattivi. Fu lui che dedicò un editoriale in cui ricordava che nella legge di bilancio le battaglie dei parlamentari calabresi del Pd erano solo a favore dei fannulloni, forestali o LSU.
Quindi caro Stella vorrei consigliarti di evitare per il futuro il tuo interesse strumentale verso le donne calabresi. Ce la faremo da sole, spero, a portare a casa un risultato che aspettiamo da anni.

E se malauguratamente non dovessimo riuscirci il 15 aprile, non molleremo e sapremo ancora una volta reagire su un tema che purtroppo riguarda soprattutto le regioni settentrionali. Su 6 regioni che non hanno ancora la doppia preferenza di genere ben 4 sono al Nord. Non è una bella gara certo, ma la domanda sorge spontanea: perché di loro non parli mai?