Sanità, Sapia (M5S): continua smantellamento ospedale Corigliano

Continua l’opera di smantellamento e di depauperamento assistenziale nell’ospedale di Corigliano. E’ di oggi la notizia della disposizione organizzativa, adottata dal direttore del dipartimento Radiologico dell’Asp di Cosenza, dottor Giusti, che cancella dall’Agenda CUP della struttura sanitaria tutte le prestazioni radiologiche in ragione di una presunta carenza di figure mediche e tecniche”. Lo afferma, in una nota, il deputato del M5S Francesco Sapia, membro della commissione Sanita’, che parla di “un altro grave atto organizzativo assunto dal management aziendale che penalizza ulteriormente le aspettative ed i diritti assistenziali della popolazione afferente al relativo bacino d’utenza. Va contestata energicamente – continua il parlamentare – l’asserita carenza di personale, posta a base di tale decisione, essendo noto, nel caso in specie, che il direttore dell’U.O.C. di Radiologia dello spoke Corigliano-Rossano continua ad avvalersi di un incongruo utilizzo del personale assegnato che penalizza l’ospedale di Corigliano creando sperequazione. Infatti – prosegue – a fronte di tre dirigenti medici a 38 ore settimanali e di otto tecnici di radiologica medica in servizio in quest’ultima struttura – obbietta Sapia – presso la struttura di Rossano risultano in servizio ben sette medici radiologi e 13 tecnici di radiologia medica. E’ appena il caso di ribadire – conclude il deputato – che la dotazione di personale medico e tecnico, per quanto riguarda le strutture afferenti al medesimo Spoke, dev’essere utilizzata secondo esigenze di funzionalita’ e congruita’ pertanto e’ indispensabile ripristinare da subito l’Agenda CUP concernente le prestazioni di radiologia dell’ospedale di Corigliano”.