Morra: Salvini deve essere processato

Il presidente dell'Antimafia in una intervista a "il Fatto Quotidiano"

Non “coprire” o difendere alcun politico per nessuna ragione è nel dna dei Cinquestelle. Soprattutto, poi, al cospetto della magistratura. Deludere o sovvertire questo principio equivale a sopprimere le ragioni stesse del Movimento. Parole, e firma, del senatore Cinquestelle Nicola Morra, parlamentare calabrese alla guida della commissione nazionale Antimafia. Il riferimento corre senza giri di parole in direzione di Matteo Salvini, vicepremier e leader della Lega che è anche nel mirino dei magistrati per la vicenda della nave Diciotti. I pm chiedono il processo per lui, l’accusa è sequestro di persona. Ma prima bisogna passare dall’autorizzazione a procedere del Parlamento. Iter complesso e lungo, occorrono un paio di mesi. Ma la tensione e già alta tra i due partiti di governo e in una intervista a “il Fatto Quotidiano” Nicola Morra non ha dubbi. 《Cinquestelle deve votare per l’autorizzazione a procedere, deve dire sì al processo a Salvini. Nessuno deve sentirsi immune dal percorso della giustizia, nel dna del Movimento c’è questo principio》. Una botta all’alleato direttamente dal vertice dell’Antimafia.