Calabria, Callipo (Anci): in calo intimidazioni amministratori

“Nell’ultimo anno c’e’ stata una riduzione degli atti intimidatori contro gli amministratori locali: questo non significa che ci sia una minore pressione, ma la contrazione per fortuna c’e’ stata”.

Lo ha affermato il presidente dell’Anci Calabria, Gianluca Callipo, al termine della riunione a Catanzaro del direttivo dell’associazione dei Comuni calabresi che si e’ occupata anche del tema delle intimidazioni ai sindaci e agli amministratori nella regione. “Premetto – ha aggiunto – che bisogna sempre approfondire caso per caso e con la massima attenzione, perche’ non sempre l’atto e’ rivolto a un’attivita’ politica. Per questo e’ importante uno strumento come l’Osservatorio regionale che e’ stato attivato dal prefetto di Catanzaro, Osservatorio che – ricorda Callipo – comprende le prefetture, gli enti locali come Anci e Upi, e i rappresentanti delle forze dell’ordine. Il fatto che ci sia sta una riduzione di atti e’ positivo, ma noi continueremo a prestare la massima attenzione e la massima attivita’ di sensibilizzazione dei colleghi amministratori affinche’ – ha concluso il presidente di Anci Calabria – si denuncino gli atti e si collabori al massimo con le forze dell’ordine”.