Sanità, Mauro all’attacco: 《Aieta non sa di cosa parla》

Ulteriore replica del dg dell'Asp di Cosenza sulle nomine nello spoke Paola-Cetraro e sui debiti dell'azienda sanitaria

Botta e risposta, botta e risposta. Con la crescente sensazione che, come sempre accade in questi casi, si parte con l’analizzare un argomento e poi si finisce per “affrontarsi” a tutto campo. Segno che c’è dell’altro di sotto. Aieta, consigliere regionale del Pd, chiede e si chiede in due note distinte come mai non vengono nominati alcuni direttori nello spoke di Paola-Cetraro. E prefigura strane allusioni, peraltro ironicamente sul “conto” di Mauro, pure sulla montagna di debiti storici dell’Asp. Ma nella seconda replica Mauro prova a metterci un punto che sintetizzano così. Aieta non conosce la materia, e non sa di che parla. E soprattutto l’Asp è sana, con una percentuale di debiti congrua con il bilancio. 《Ho letto la replica relativa alle mie puntualizzazioni – dice Mauro-. Ricordare che in ogni evento è fondamentale la cronologia è il minimo. Il contenzioso alla A. O. si instaura dopo la nomina, alla Asp sorge prima..! Per il resto basta erudirsi sulla norma relativa al pensionamento e il gioco è fatto. I requisiti sono due e ne basta solo uno per essere collocato in pensione: 67 anni di età o 40 anni di effettivo servizio》. E con questo Mauro ritiene di aver chiuso la polemica attorno alle nomine fin qui mancate tra i direttori dello spoke. Ma il dg va oltre. 《Per quanto concerne il sibillino riferimento ai debiti – continua Mauro – va ricordato che al momento dell’insediamento dell’attuale management aziendale, erano già in essere in misura pari a 31 milioni. Il 2017 si è chiuso con 39 milioni. L’incremento in gran parte è imputabile a fattori esogeni alla attuale gestione. Sentenze in giudicato relative anche a contenziosi che hanno avuto inizio nel 1995, adeguamenti tariffari conseguenti alla applicazione di DCA senza l’assegnazione a copertura delle somme, lavori di somma urgenza sulle strutture, conseguenti alle carenze manutentive ed al mancato adeguamento per tempo ai requisiti strutturali causa la carenza di risorse ed in particolare la mancanza di finanziamento dell’ex art. 20. Ciò ha determinato la necessità, per evitare la chiusura di U. O. e la contrazione dell’offerta di servizi ad incrementare il debito in assenza del finanziamento richiesto per procedere agli adeguamenti strutturali e non ricevuto》. 《Malgrado questo in rapporto al bilancio di un miliardo e trecento milioni di euro l’Asp di Cosenza ha un debito, in percentuale, tra i più bassi rispetto alle altre Asp del Ssr. Fatto, coscienza di realtà e la conoscenza dei fatti sono le uniche cose che consentono di fare chiarezza in maniera corretta. Cosa che deve accadere puntualmente – conclude Mauro – per il management di qualunque azienda e più in particolare se questa è pubblica》.

 

Leggi anche

Aieta: si proceda alla nomina dei direttori di Cardiologia, Medicina e Ginecologia dello Spoke Cetraro-Paola

Spoke Paola-Cetraro, Mauro risponde ad Aieta: nomine a tempo debito

《Mai visto Mauro così solerte》