Lsu/Lsu, Puccio: protesta giusta

La sacrosanta protesta di queste ore dei lavoratori Lpu e Lsu al fianco di sindaci e amministratori e sotto la guida dei sindacati confederali merita la massima attenzione da parte del Governo e della deputazione calabrese di maggioranza.
Dopo un grande lavoro portato avanti dai Governi precedenti, che non solo hanno codificato la condizione contrattuale di questa ampia fetta di lavoratori impegnati nelle pubbliche amministrazioni ma hanno anche stanziato le risorse necessarie per portare a compomento il processo di stabilizzazione, ora assistiamo senza parole a un inedito processo di smantellamento di diritti e aspettative di vita. Bene hanno fatto i parlamentari calabresi del Pd a presentare gli emendamenti e a seguire passo dopo passo le discussioni all’interno del Parlamento, e in particolare della commissione Bilancio. Bene fa il presidente della Regione, mario Oliverio, a stare accanto a questi lavoratori; una presenza – quella di Oliverio – non come testimonianza ma fattiva e concreta, dal momento che il bilancio regionale contiene la quota di fondi necessari alle stabilizzazioni. Ora, la parola va alle istituzioni nazionali che non possono in modo irresponsabile cancellare il lavoro fatto fino a oggi: al Governo non si chiedono atti straordinari ma la conferma di ciò che è stato fatto fino ad oggi.
Giovanni Puccio
responsabile organizzativo Pd Calabria