Legalità, Mangialavori: la società vibonese è sana

“La corsa podistica organizzata dalla Questura di Vibo Valentia e’ stata un successo clamoroso. E’ la riprova che la societa’ vibonese e’ sana e ha voglia di riscattarsi nel segno della legalita’”. E’ quanto dichiara il senatore Giuseppe Mangialavori in seguito all’iniziativa “Vibo corre per la memoria e la legalita’” della Polizia, che ha visto la partecipazione di piu’ di 700 corridori. “Sento l’urgenza morale – continua il parlamentare – di ringraziare il questore Andrea Grassi per tutto quello che sta facendo per Vibo e la sua provincia. Il suo impegno a favore del territorio ribadisce la necessita’ di lavorare sul piano culturale e su quello sociale per riaffermare il senso di appartenenza di una comunita’ e la sua identificazione con uno Stato che, troppe volte, e’ risultato assente o distratto. I calabresi e i cittadini di Vibo, per citare una frase di Corrado Alvaro tanto cara a Grassi, vogliono essere “parlati” e il questore sta profondendo tutte le sue energie in questa direzione. Negli ultimi giorni – aggiunge Mangialavori -, la Questura ha dato vita a una serie di appuntamenti dedicati alla legalita’ che saranno ricordati a lungo. Tra questi, rammento l’intitolazione della “Palazzina studi e corsi” della Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia al capo scorta Antonio Montinaro, morto nella strage di Capaci assieme al magistrato Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti Vito Schifani e Rocco Dicillo. E’ attraverso manifestazioni di questo tipo – conclude il senatore – che si rinsaldano il valori della legalita’ e il senso del dovere di una comunita’. A nome di tutti i vibonesi, pertanto, non posso che ringraziare il questore Grassi per l’attivita’ culturale che, con successo, sta portando avanti nella nostra provincia”