Dl Salvini, Magorno: il ministro venga in Calabria a vedere gli effetti nefasti

“Ci aspettiamo che Salvini oggi stesso venga in Calabria e guardi con i suoi occhi gli effetti del decreto che porta la sua firma. Guardi in faccia i migranti stipati nella tendopoli, guardi in faccia i superstiti dell’incendio che è costato la vita a un ragazzo di 18 anni, che fino a qualche giorno fa era inserito nello Sprar di Gioiosa Jonica e per colpa del decreto sicurezza non aveva più un posto in cui vivere e ha trovato la morte in un accampamento, dove in queste ore si stanno riversando decine di migranti espulsi dai Cara e dagli Sprar”. Queste le prime dichiarazioni del senatore Pd Ernesto Magorno,

“Ci spieghi Salvini  – prosegue il senatore dem – come intende gestire questa emergenza umanitaria, perché nel decreto non c’è scritto. L’umanità non si cancella per decreto e non assisteremo in silenzio a una inaccettabile regressione del nostro Paese. Mai avremmo voluto prendere atto di una tragedia, della terribile morte di un ragazzo in un rogo”.

“Combatteremo in Parlamento- conclude Magorno –  all’atto della conversione in legge del decreto perché questo provvedimento trasuda ingiustizia e da oggi ufficialmente è generatore di morti innocenti”.